The BookMobile

Due furgoni sono parcheggiati uno accanto all’altro nella strada dietro il Bronx Terminal Market di New York. Anche se sembrano simili, i loro obiettivi sono piuttosto diversi. Il primo, in questo primo caldo giorno dell’anno, è l’erogazione di dolcetti ghiacciati. Il secondo è qui per uno scopo del tutto più studioso (ma non per questo meno divertente). È una mossa coraggiosa affrontare Mister Softee quando splende il sole, ma la nuova Bookmobile della Biblioteca Pubblica di New York sta facendo un ottimo lavoro nonostante il furgone dei gelati. Le persone sono in fila al finestrino del rosso scintillante Mercedes-Benz Sprinter, sfogliando libri e annotando i loro dettagli in cambio di tessere della biblioteca.

Le biblioteche itineranti gestite dalla NYPL erano un punto fermo della vita cittadina, ma non sono state viste per le strade dal 1983. Oggi è la prima uscita del loro ritorno (la rinascita dovuta ai lavori di ristrutturazione che chiuderanno temporaneamente cinque dell’originale Andrew Carnegie – filiali di biblioteche finanziate nei prossimi anni). “È bello e romantico camminare sul marciapiede e fermarsi”, dice Dan Landsman, che ha aiutato a supervisionare la nuova esperienza del cliente di Bookmobile, mentre si trova vicino al furgone vestito con una maglietta nera “Le biblioteche rendono NYC più forte”.

Il furgone Bookmobile servirà Manhattan, The Bronx e Staten Island (Brooklyn e Queens hanno i propri servizi di biblioteca). L’ultima iterazione non ha il fascino estetico delle librerie NYPL originali, alcune delle quali erano imbarcabili e avevano un portello sul lato che si sollevava per rivelare scaffali per libri incorporati (il nuovo modello ha scaffali mobili che sono installati sulla strada). Ma Landsman sostiene che il “modello di camion di cibo” con la sua finestra di servizio è già ben noto a New York, aggiungendo che il nuovo furgone che usano – attualmente un veicolo ma aumenterà a tre più avanti nell’anno – è abbastanza agile da negoziare il traffico . E dovrebbe saperlo: ha partecipato a una conferenza sugli autobus delle biblioteche nel North Carolina come parte della sua ricerca.

Sul tetto del centro commerciale, la Bookmobile ha un tavolo allestito dove sta organizzando le letture. Una mascotte leone (ispirata alle statue dell’ammiraglia di Manhattan dell’istituto) è scomparsa momentaneamente dal sole implacabile prima di fare il suo ritorno, per la gioia di un branco di bambini. Eventi come questo sono la prova che la divulgazione su piccola scala può ispirare i newyorkesi che potrebbero non essere consapevoli dei servizi che le biblioteche possono offrire.

Mentre il sistema si discute su un potenziale taglio di bilancio di 11 milioni di dollari (9,8 milioni di euro) proposto dal sindaco Bill de Blasio per il prossimo anno fiscale, il ruolo di Bookmobile potrebbe diventare più centrale che mai. Significa che più persone come Mia Betancourt di sei anni sorridono per la sua prima tessera della biblioteca (anche sua madre ne prese una), una copia di Frog and Toad Together saldamente nelle sue mani.

di Rinaldo Ceccano